Planet Desert

Quattro volte attorno al mondo con Michael Martin.

Partenza da Monaco di Baviera.

Martin ha presentato il suo multivision show "Planet Desert" al BMW Museum di Monaco di Baviera alla fine di ottobre. "Oggi circumnavigheremo la terra quattro volte", ha annunciato il fotografo prima della sua conferenza "Planet Desert". E non stava esagerando. L'autore trascina il suo pubblico in un viaggio dal Polo Nord al Polo Sud, facendo il giro del globo quattro volte.
Nel suo multivision show Martin racconta delle storie. Storie che ha vissuto insieme ai suoi compagni di viaggio, amici e famigliari. 1.600 fotografie documentano il viaggio di Martin, i suoi incontri, le sue scoperte e sfide.
"A volte abbiamo dovuto aspettare in auto fino a cinque ore prima che mio padre potesse finalmente scattare la foto", racconta David Martin, figlio del fotografo, che lo ha accompagnato in alcune delle sue spedizioni. Ma l'attesa è stata ripagata. Martin rappresenta le zone più estreme della terra con le sue foto incisive, traccia le somiglianze e sottolinea le differenze.
+ Leggi di più
«
A volte abbiamo dovuto aspettare in auto fino a cinque ore prima che mio padre potesse finalmente scattare quell'unica foto.
»

David Martin

Il figlio del fotografo che ha accompagnato il padre in alcune delle sue spedizioni.

Un'intervista a Michael Martin

Sono 25 anni che Michael Martin viaggia nel deserto sulla sua GS. In un'intervista a BMW Motorrad, parla dei pericoli del deserto, delle sue esperienze in moto e dei suoi progetti futuri.
Michael, cosa vorresti ottenere con il tuo attuale progetto?
Il primo messaggio è che i deserti fanno parte del nostro pianeta e dovrebbero essere protetti. I test sulle armi vengono fatti nei deserti e le risorse petrolifere vengono sfruttate proprio nei deserti. Il secondo messaggio è che il mio progetto deve ispirare i giovani e i videodipendenti a esplorare il mondo. La moto è un mezzo fantastico per farlo.
Per sei anni hai visitato zone estreme per "Planet Desert". Qual è stata la sfida più difficile durante i tuoi viaggi?
Sicuramente i problemi di sicurezza: terrorismo, ribelli e rapimenti. In Medio Oriente e in alcune parti del Sudafrica è molto pericoloso. Ma per fortuna il mondo è abbastanza grande e ci sono paesi sicuri come la Namibia, l'Australia o gli Stati Uniti.
Com'è guidare una moto nel deserto? Prima hai dovuto imparare come fare?
Devi imparare come si guida una moto nel deserto e sapere che può essere pericoloso. Nel deserto il rischio di cadere è molto alto. Posso solo consigliare di indossare una protezione dorsale, buone scarpe e un casco decente. Perché nel deserto non ci sono elicotteri di salvataggio. Ovviamente sono caduto, ma non mi sono mai infortunato seriamente. Ci è voluto un po' di tempo per imparare a guidare su piste sabbiose e sterrate.
Come sei riuscito a guidare la moto nei deserti sabbiosi?
Adesso riesco a guidare bene sulla sabbia con la GS. All'inizio la sabbia è stata una bella sfida per me. Manovrare 400 kg di moto nella sabbia richiede molto coraggio e delle ottime capacità di guida.
Stai già pianificando un nuovo progetto? Se sì, quale?
Passerò i prossimi anni concentrandomi sui miei spettacoli. Ma nel 2018 penserò a un nuovo progetto e sarà un piacere vivere un'altra avventura con la mia moto.
+ Leggi di più
Leggi tutta l'intervista.
Altre storie che potrebbero interessarti.
Moto adatte.
spinner