Electro-sound.

Una moto elettrica di nome E-LisaBad fa scalpore sulla scena delle personalizzazioni.

Com'è la BMW C evolution all'interno? Il titolare di Krautmotors, Rolf Reick, vuole scoprirlo, pertanto smonta il maxi-scooter elettrico e lo trasforma nel dragster E-LisaBad. Il titolare dell'officina di personalizzazione ha in programma una gara d'accelerazione per la sua creazione. Forse non farà molto rumore ma sicuramente farà scalpore.

Ha creato una moto elettrica personalizzata e l'ha chiamata E-LisaBad. "Mia nonna si chiamava Elisabeth", afferma Rolf Reick. "In qualche modo me la ricorda, anche se mia nonna non era così veloce o così pesante". Ride. Di fatto, ride quasi sempre quando racconta la storia della nascita di E-LisaBad, iniziata nel maggio 2017. Il BMW C evolution arriva nell'officina Krautmotors di Heidelberg. È la prima moto elettrica a entrare all'interno del tempio della personalizzazione.

+ Leggi di più

Rolf è stato subito entusiasta all'idea di poter convertire lo scooter elettrico, fin da quando ha provato il C evolution su strada. "I designer vogliono sempre essere rivoluzionari. Vogliono uscire dagli schemi, suscitare scalpore o attirare l'attenzione. Ritengo che questo progetto faccia tutto questo, e da esso nasceranno molte altre idee". Rolf non vuole solo creare una moto personalizzata piena di stile. Vuole anche farla partecipare a una gara d'accelerazione. Vuole vedere la sua dragster elettrica affrontare le moto a benzina di tutto il mondo.

+ Leggi di più

Cominciare a saldare

Ma Mr. Krautmotors dovrà lavorare molto per questo risultato. Rolf si reca presso BMW Motorrad per seguire un corso sugli impianti elettrici, dove conoscerà anche parti della moto che probabilmente non dovrebbe toccare. Dopo tutto, l'alta tensione è un territorio completamente inesplorato per l'esperto personalizzatore di moto. Dopo tutto, è pronto a cominciare a personalizzare o, per essere più precisi, a smontare la moto. In quanto designer di prodotto, solitamente progetta una moto attraverso schizzi e creando modelli 3D a computer, ma decide di approcciarsi a questo progetto come un artista della personalizzazione. "Lavoro in modo intuitivo. Creerò alcuni schizzi molto approssimativi e poi esprimerò la mia arte nella massima libertà. Ho cominciato a saldare. Volevo che la moto emergesse durante il processo; non volevo sapere dove mi avrebbe portato il viaggio prima di cominciare. È così divertente!", afferma ridendo come sempre.

+ Leggi di più

Quando lavora, Rolf ha bisogno soprattutto di una cosa: una bella atmosfera. La sua officina assomiglia a un salotto. Le poltrone e le sedie sono pezzi di design classico. Ha dipinto le sedie e il suo tavolo da lavoro di bianco. Le pareti invece sono nere, a contrasto, e gli armadi sono a strisce. "L'ho fatto per capriccio. A volte mi stanco del colore dopo sei mesi, e rivernicio tutto". Rolf non solo lavora nel suo "salotto", ma ascolta anche della musica. Bassista, trova il mix di moto e musica del Pure&Crafte Festival "assolutamente straordinario", pertanto non sorprende che abbia deciso di presentare la moto al festival. La moto sarà svelata sul palco principale prima dell'Interpol show di sabato sera.

+ Leggi di più
«
I designer vogliono sempre essere rivoluzionari.
»

Rolf Reick

Prova su strada per la pista

Ma prima di svelare la E-LisaBad, è necessaria una prova su strada. Dopo tutto, il design non è l'unica cosa che conta. La creazione di Rolf deve essere agile da guidare e servire a uno scopo. Rolf non ha bisogno di una carenatura o di una sella per la prova: abbassa il C evolution prima di testarla su un percorso remoto fuori Mannheim. Monta uno slick sulla parte posteriore e rimuove il paraurti. Rolf è noto per le sue moto a telaio rigido. E saranno proprio moto a telaio rigido a competere con E-LisaBad. La sua prova su strada sta per cominciare. Burnout. Rolf è avvolto da una nuvola di fumo bianco di gomma bruciata e ride.

+ Leggi di più
«
Provi a mandare il motore su di giri, vuoi fare rumore, ma naturalmente non senti niente.
»

Rolf Reick

Ai blocchi di partenza, posiziona le sue lunghe gambe sui pedali appena installati. Essi sono collocati in posizione così arretrata, che Rolf siede sulla moto come un fantino su un cavallo da corsa. La moto si mostra una degna avversaria sul circuito di gara. Il C evolution parte come un razzo e supera i piloti nei primi metri. Il vantaggio elettrico: accelerazione pura! Ma per Rolf è necessario un po' di tempo per abituarsi. "Guardi il tuo avversario, vuoi mandare il motore su di giri, vuoi fare rumore e naturalmente non succede niente". Naturalmente, lui e la sua E-LisaBad vogliono essere presi sul serio. A certi livelli, c'è poco da ridere. "Ma un po' di umorismo non farà male. Questa è una moto che ti fa sentire bene", afferma Rolf. "Me ne sono innamorato."

+ Leggi di più

Una moto futuristica con un look rétro

Le settimane volano e Rolf lavora alla carenatura. Desidera un approccio "vecchia scuola", ma con strutture nuove e moderne. Una moto futuristica con un look rétro. E vuole che risplenda del suo stile unico: grezzo, primitivo e incompiuto. Una tipica moto Reick. "Non sono un lucidatore di moto. La mia sembra sempre vecchia e non lucidata. Un po' "nuda e cruda"". Poi il grande giorno arriva: il grande debutto al Pure&Crafted Festival. Subito prima che l'Interpol conquisti la scena, Rolf guida la dragster verso il palco, in cima alla rampa e sotto le luci della ribalta. E-LisaBad, la Pure&Crafted Signature Bike 2017, luccica sotto il sole al tramonto, come se arrivasse da un altro pianeta.

+ Leggi di più

La carenatura angolare e scura della moto elettrica custom ricorda un film di fantascienza degli anni '60. "Il design è ispirato ai paesaggi e agli arredi di Star Trek", afferma Rolf. "Inoltre, mia nonna aveva un servizio da caffè poligonale degli anni '20, che ha avuto un suo ruolo nel design". Rolf ha volutamente depositato la tecnologia futuristica della C evolution in un involucro proveniente dal passato. "È più facile affrontare qualcosa di completamente nuovo se comprende elementi noti e familiari". Dopo il debutto, Rolf gira per il falò per ore, immerso nelle discussioni che sperava di ispirare con la sua personalizzazione.

+ Leggi di più

Elettricità a 1/8 di miglio

Non si sente per niente a disagio mentre guida la sua futuristica Batmobile attraverso la folla di moto a benzina, molte delle quali con componenti che risalgono agli albori della storia del motociclismo. È già abituato alla sua E-LisaBad. Adesso tocca a lei mostrare quanto vale. Glemseck. Pista. È la prima moto di questo genere su questo circuito. Con grande tranquillità, Rolf si fa strada verso i blocchi di partenza. StarrWars Sprint, il circuito più impegnativo dell'universo. Le sportive dragster, con bielle lunghe e prive di paraurti, stanno per gareggiare sull'ex rettilineo del circuito Solitude, vicino a Stoccarda. Nessuna delle moto può gestire le curve, sono tutte progettate esclusivamente per rettilinei a tutta velocità. E-LisaBad non fa eccezione.  

+ Leggi di più

Dall'altra parte delle balle di fieno che separano i rivali tra loro vi è uno di quei "meccanici folli per le moto della StarrWars race", come li definisce Rolf. Tutti insieme cominciano con i loro burnout. Una moto ringhia, l'altra squittisce. Tutti ridono, anche Rolf. Poi accelera al massimo. È un duello tenace, quasi fino alla fine della pista. Rolf rimane indietro prima della linea del traguardo. "Tecnologia da scooter", fa spallucce, "non puoi superare i 120". E-LisaBad esce di scena lasciando il suo segno sul circuito. Dopo anni immersi nel passato, una sana dose di futuro ha fatto il suo ingresso nel circuito di Solitude. "I veicoli elettrici sono qui per restare", afferma Rolf. "Presto arriverà il giorno in cui andremo ad acquistare una Café Racer e il venditore chiederà: elettrica o benzina?" 

+ Leggi di più

C evolution

Urban Mobility

Scopri di più
Altre storie che potrebbero interessarti.