Built in Berlin.

Diamo un'occhiata alla realizzazione della HP4 RACE.

Un fabbricante di motociclette può lanciare una moto da corsa in soli 14 mesi? Assolutamente sì. Ma combinare le parole prestazione e produzione non è un compito facile. Nell'officina dello stabilimento BMW Motorrad è iniziata una corsa contro il tempo: 750 unità della HP4 RACE – built in Berlin.  

Sono loro che costruiscono le 750 unità della HP4 RACE nello stabilimento di Berlino (da sinistra): Alexander Fulmek, Süleyman Aktepe e Reiko Petter.

Un meccanico, una motocicletta, un giorno. Questa è la formula per la produzione della HP4 RACE. Ogni giorno sono prodotte tre di queste moto presso lo stabilimento BMW Motorrad di Berlino. L'incarico per la realizzazione del compito spetta a tre uomini: Reiko Petter, Süleyman Aktepe e Alexander Fulmek. Sono stati selezionati tra gli oltre 500 impiegati del settore produttivo che lavorano nell'assemblaggio veicoli qui nello stabilimento affiliato. Per vederli al lavoro è necessario camminare lungo la linea di produzione della RR fino all'altro capo dello stabilimento. Una porta scorrevole è anche l'ingresso in un altro mondo. Qui nell'officina delle moto da corsa ci si focalizza su un solo prodotto alla volta: la HP4 RACE.  

+ Leggi di più

Non c'è tempo per la fretta.

Reiko Petter sistema il cuore della HP4 RACE, il motore da 215 CV.  

Poster sovradimensionati con l'esclusiva moto da corsa ricoprono le pareti. Cartelli blu con grandi scritte bianche sono appesi al soffitto, indicano le differenti fasi di produzione per l'esecuzione della produzione su piccola scala. Reiko Petter è occupato con la “preparazione del matrimonio”. Solleva con estrema cura il motore da 215 cavalli dalla gabbia di trasporto. Il motore è stato costruito a mano, testato su banco e sigillato dai suoi colleghi dell'officina motori. Reiko installa i tubi flessibili, i collettori di scarico e gli altri componenti prima di far "sposare" il motore con il telaio: questa operazione la chiamano il matrimonio.  

+ Leggi di più

Il telaio in carbonio viene avvitato insieme al motore: il matrimonio.  

Il serraggio dei bulloni in titanio viene continuamente sorvegliato dal monitor per assicurarsi che la coppia sia esatta. “Tutto deve quadrare perfettamente. Sono molto meticoloso", afferma Reiko. “Trattiamo ogni motocicletta come se fosse la nostra: deve essere costruita bene, avere un bell'aspetto e funzionare perfettamente". Osserva con orgoglio il cuore della moto che sta costruendo oggi, la HP4 RACE numero 032. Uno per uno monta i vari componenti sul telaio: l'airbox con il sistema d'iniezione del carburante, la forcella upside-down Öhlins FGR 300, l'ammortizzatore Öhlins TTX 36 GP usato nel campionato mondiale di Superbike. Poi la moto passa al banco di prova.

+ Leggi di più

A tutto gas sul rullo

"Jackpot!", afferma Süleyman Aktepe. "È troppo divertente lavorare su questa moto da corsa e prepararla sul rullo".  

Süleyman Aktepe ha già preparato il rullo per il test. Fa correre per cinque chilometri la HP4 RACE sul rullo del banco di prova, osservando dal finestrone i vari parametri e il funzionamento: non solo sul computer ma anche personalmente. Prima che il progetto HP4 RACE partisse, Süleyman ha lavorato come istruttore per lo “start-up” dei progetti dei nuovi veicoli, quindi è uno specialista quando si tratta di mettere dei nuovi modelli sulla linea di produzione. Adesso sta investendo tutta la sua professionalità nel perfezionamento della moto più esclusiva che BMW abbia mai fatto. “Jackpot!”, afferma. “È troppo divertente lavorare su questa moto. Ci metto tutta l'energia possibile. Voglio solo che sviluppi al massimo tutte le sue potenzialità, e solo il meglio mi soddisfa”.

Il collega di Süleyman, Alexander Fulmek, ha lo stesso modo di pensare. “Ogni moto deve essere perfetta quando lascia la fabbrica. In caso contrario mi si spezzerebbe il cuore”. Alexander (tutti lo chiamano Sascha) ha la sua moto sul piedistallo per l'ispezione finale. La carenatura è montata, il numero dell'edizione limitata viene orgogliosamente mostrato su una targhetta in fibra di carbonio sulla forcella. “Ispezioniamo ogni moto per tre volte come un team: prima del rullo, dopo il rullo e dopo la finitura" afferma Sascha. “Questo è un lavoro in team e non c'è alternativa a questo tipo di lavoro. Ma al contempo sono orgoglioso di affermare che io ho costruito una macchina su tre”.

+ Leggi di più

Cifre e fatti

215
CV
750
Numero di unità prodotte
146
Peso a vuoto (kg)
1
1 meccanico, 1 moto, 1 giorno

Racing out of the box

"Realizzare completamente una moto di questo calibro in soli 14 mesi: questa è una gara" afferma il progettista d'assemblaggio Michael Weinkauf.

I meccanici dedicano otto ore a ogni moto. Questo tempo è sufficiente per dare ai componenti di punta della produzione l'attenzione che meritano. Dall'altro lato il progetto è stato lanciato a una velocità tale che può competere con la HP4 RACE sulla pista. "Realizzare completamente una moto di questo calibro in soli 14 mesi: questa è una gara" afferma il progettista d'assemblaggio Michael Weinkauf. “Stiamo combinando la prestazione e lo sport motoristico con le capacità di progettazione e riproducibilità”. Sono stati aggiunti ventisette nuovi fornitori per la produzione di serie della HP4 RACE. Molti di questi sono specialisti in corse. Tutto all'improvviso, produrre un numero limitato di macchine ad alta specializzazione contrasta con i processi di produzione di un'azienda colossale come la BMW Motorrad.  

+ Leggi di più

Le persone che sono dietro alla HP4 RACE (da sinistra): Alexander Fulmek, Michael Weinkauf, Reiko Petter, Süleyman Aktepe, Christian Gonschor, Reno Reppin e Josef Mächler.

Ma questa è stata la sfida più stimolante: costruire un lotto molto piccolo di moto su misura per i piloti più ambiziosi e farlo "racing out of the box", correndo fuori dalla linea di produzione solita. Il leader del progetto Christian Gonschor, il product manager Josef Mächler e il project manager d'impianto Reno Reppin hanno fatto un salto quando hanno saputo della possibilità di produrre la HP4 RACE presso lo stabilimento BMW Motorrad di Berlino. Concordano all'unisono “Qualsiasi altra decisione sarebbe stata un'opportunità perduta". “Dopo tutto stiamo costruendo la moto BMW più esclusiva e migliore mai prodotta”. Per Reiko, Süleyman e Sascha, è stata anche un'opportunità personale che capita una volta nella vita. Reiko indossa i guanti bianchi e attacca la targhetta in fibra di carbonio con il numero 032/750 sulla forcella. “Quando alla fine della giornata attacchi il numero di serie ti da una sensazione incredibile, guardi la HP4 RACE e dici: ottimo lavoro!”

+ Leggi di più
Dai un'occhiata alla realizzazione.

Testimoni dell'assemblaggio della HP4 RACE presso lo stabilimento BMW Motorrad di Berlino.

Vai al video

HP4 Race

HP4 RACE

750 unità singole

Scopri di più
Altre storie che potrebbero interessarti.