La K 100 di Micha "Kraftherz"

Il motociclismo per l'equilibro tra lavoro e vita privata.

Crescendo nella sua natia Austria, Michaela Sonderegger ha acquistato la sua prima moto all'età di 16 anni con i risparmi del suo lavoro estivo. Alcune moto e molti chilometri dopo, abbiamo incontrato l'economista sulla sua K 100 customizzata e abbiamo parlato della sua passione per le moto.

La compensazione per la lista di cose da fare.

La compensazione per la lista di cose da fare.

Risiede nella regione austriaca di Voralberg, ma ogni giorno percorre cento chilometri per recarsi al lavoro presso una clinica di riabilitazione nella vicina Svizzera. In qualità di responsabile comunicazione e marketing, il suo lavoro è impegnativo e faticoso, ma è anche divertente. "Lavoro solo quattro giorni alla settimana, ma le mie giornate sono piene zeppe di meeting e cose da fare. Quindi andare in moto è lo svago migliore per me".

+ Leggi di più

Caratterizzata dal sound del motore.

Caratterizzata dal sound del motore.

Micha non sa esattamente quando le è scattata la passione per le moto. "Ma ricordo che quando ero piccola mi entusiasmavo tantissimo quando passava una moto rombante. Mi piaceva quel sound", ci confida. Nessuno in famiglia o dei suoi vicini aveva a che fare con le moto, quindi qualcos'altro deve avere ispirato questa giovane ragazza a risparmiare e a comprare il motorino non appena ha iniziato a guadagnare qualcosa.

+ Leggi di più

Sete di avventura.

Gli amici della sua adolescenza erano tutti appassionati di enduro e dirt a cui piaceva andare sui circuiti chiusi sterrati e sulle piste off-road di moto club, e seguendoli ha acquisito una buona esperienza nella guida che poi le sarebbe stata utile nella sua avventura enduro di due settimane nel Caucaso nel 2012. "La mia esperienza in Georgia ha avuto un impatto molto forte su di me e non è stato solo l'incidente che ha cambiato la mia mentalità", dichiara Micha mentre indica il suo polso sinistro.
"A metà del tour, in un'area remota del Tiflis. Sentendomi forte dopo così tanti chilometri senza problemi, sono stata presuntuosa e ho iniziato a guidare attaccata alla guida del tour. Mi trovavo su un tratto molto duro, pieno di burroni e pensavo di farcela. Ma le mie velleità si sono spente subito dopo quando sono caduta da sola battendo la mia mano sinistra".
+ Leggi di più
«
Anche quando ero piccola mi entusiasmavo tantissimo quando passava una moto rombante perché mi piaceva un sacco quel sound.
»

Michaela Sonderegger

Straordinari in officina.

Straordinari in officina.

Due anni dopo ha dato in permuta la sua Supermoto per una K 100. Si è messa a collaborare con l'officina Fahr.Werk a Feldkirch per personalizzare la moto che aveva recentemente acquistato a Burgenland e spesso soprannominata come la "moto più brutta del mondo" o il mattone volante. Ha scelto un motore a quattro cilindri in linea dato che la stock K 100 non era particolarmente sexy, a suo avviso, e sembrava una scelta inusuale per una conversione. Ma la sfida era ciò che la motivava.

Aiutava regolarmente in garage, smontava tutti pezzi e i pezzi inutili, sabbiava i pezzi per prepararli alla verniciatura, cercava i fari migliori, gli indicatori di direzione e i componenti aggiuntivi necessari, trovò un tappezziere italiano e gli descrisse come voleva che venisse fatta la sella. Ha fatto uno schizzo della nuova moto su carta, ha deciso un colore a contrasto tra il serbatoio e la sella e ha sostituito il logo BMW con "Kraftherz", il suo logo dipinto a mano derivante dal nome del suo blog dedicato alla cultura custom. Il risultato è stata una moto customizzata molto divertente che non si ferma mai ogni volta che piove.

+ Leggi di più

A Biarritz con la K 100.

A Biarritz con la K 100.

Ha testato la sua "K" per la prima volta nel 2015, quando si è recata al Wheels and Waves Festival a Biarritz, a differenza di tutti gli altri partecipanti al festival che "vanno a questo raduno di biker in auto o in aereo", protesta. Oltre alla K 100 possiede anche una Honda CB 750 incidentata e una Harley Davidson "Shovelhead", la sua moto preferita per i giri serali rilassanti sulle strade dell'entroterra. "Il rombo grezzo e il funzionamento meccanico del motore della Harley sono semplicemente incredibili", dichiara, ma ammette che la sua "Shovel cavallo da tiro" ha ancora bisogno di essere ottimizzata per i tour lunghi.

+ Leggi di più

La prossima cosa da fare sulla lista.

La prossima cosa da fare sulla lista.

Una cosa è sicura: Michaela Sonderegger ha trovato la sua ricetta personale per bilanciare in modo sano vita privata e lavoro. Alla fine della nostra chiacchierata ha persino rivelato che la Honda CB 750 sarà il prossimo progetto da realizzare.

+ Leggi di più
Michaela Sonderegger di Feldkirch, Austria, economista e proprietaria di una K 100, autrice del blog "Kraftherz".
Altre storie che potrebbero interessarti.
Moto adatte.