Nessun limite.

Fonti di ispirazione e nuove idee al Wheels and Waves.

Dimenticate dunque le malinconiche città francesi.

Negli ultimi cinque anni, nel mese di giugno, gli spiriti liberi più disparati si radunano nella elegante cittadina francese di Biarritz. La loro meta: il Festival Wheels and Waves, il paradiso di motociclisti e appassionati di surf. Tutto è cominciato con alcune centinaia di persone, ma oggi i visitatori sono diventati oltre diecimila. Negli anni, lo spirito che contraddistingue Wheels and Waves non è cambiato affatto. Ma ogni anno vengono presentate novità diverse ed estremamente interessanti.

+ Leggi di più

Durante il giorno si possono ammirare le moto, visitare le esposizioni, incontrare gli amici. Anche surf, bici e pattinaggio sono tra le attività in agenda. Di sera, concerti live animano la Cité de l'Océan de Biarritz, e l’atmosfera si trasforma in quella di un festival di musica. L'atteggiamento amichevole e aperto e le centinaia di moto personalizzate sono una autentica fonte di ispirazione e motivazione per i customizer presenti tra il pubblico.

+ Leggi di più

La cultura della moto ben fatta

Ha realizzato le opere d'arte per Wheels and Waves: Naoto Hinai alias NUTS ART WORKS.

Gli organizzatori, appartenenti al motorclub locale Toulouse Southsiders MC, riescono in ogni edizione a catturare la natura aperta e stimolante dell'evento nella mostra ArtRide. Ospitata in una ex-peschiera di 3.000 metri quadrati a Pasaia, vicino San Sebastian, la mostra raccoglie una selezione incredibile di rare moto storiche accanto a fotografie e opere d'arte. Wheels and Waves è il punto di incontro dell'avanguardia motociclistica di oggi, le cui influenze sono visibili in ogni angolo della manifestazione.

+ Leggi di più

"Savoir vivre" francese

"Savoir vivre" francese

L'intera cittadina di Biarritz è in preda alla febbre della moto: passeggiando per la città e tra gli stand del festival nella Cité de l'Océan de Biarritz questo appare evidente. I negozi sono decorati con accessori cari ai motociclisti, e i prodotti a tema costituiscono una grande attrattiva per i visitatori. Nei piccoli e movimentati caffè cittadini i clienti girano la testa interessati tutte le volte in cui sentono il rombo di una moto. Anche se si tratta della centesima moto del giorno, perché ognuna di esse è unica, come è unico chi le guida. I biker arrivano a Biarritz da tutto il mondo e non nascondono l'orgoglio per le loro creature.

+ Leggi di più

Lo stile, i vestiti e gli accessori che portano nella cittadina francese non potrebbero essere più stravaganti. Nessun limite. Le incredibili modifiche apportate alle moto (molte delle quali non approvate) catturano l'immaginazione dei customizer. A ora di cena, tapas e vino baschi sono accompagnati da discorsi da biker. E anche tutti quelli che non sono arrivati in moto indossano il casco. Perché chi fa l'autostop troverà quasi certamente un passaggio in moto: le auto non sono molto popolari da queste parti.

+ Leggi di più

Surf Skate. Ride Repeat.

Surf Skate. Ride Repeat.

A Biarritz dunque ci sono solo motociclisti? Certo che no! La costa basca è uno dei punti di ritrovo più amati dai surfisti sul litorale atlantico. I turisti americani iniziarono a portare qui le loro tavole da surf addirittura negli anni Trenta, regalando alle spiagge della zona la reputazione di paradiso dei surfisti. E la gioventù locale non è stata da meno: ha creato le sue tavole e sviluppato uno stile personale. Durante la gara "Thirsty Fins", parte integrante di Wheels and Waves, i surfisti si sfidano nel cavalcare le onde di fronte alla spiaggia di Milady. E se questo non basta a soddisfarli, possono stupire tutti mostrando quello di cui sono capaci sulla half pipe prima di montare in sella alla moto e sfrecciare per la campagna circostante, godendo dei paesaggi incredibili che offre. Stile di vita californiano made in France.

+ Leggi di più

Ispirazione su due ruote

ArtRide: ecco la Concept Lac Ros.

La Concept Lac Rose è stata presentata durante l'esposizione ArtRide di Pasaia, in omaggio alle vittorie di Gaston Rahier nella Parigi-Dakar. Il Responsabile del settore Design di BMW Motorrad e fan dell'Enduro Edgar Heinrich ha creato in collaborazione con il suo team una meraviglia per gli occhi sullo stile della iconica moto da rally del 1985, che può essere ammirata dal vivo. Il colore arancione fluo e l'ampio serbatoio rivelano subito il concept ispirato alla boxer da rally originale.

+ Leggi di più

Designer orgogliosi: Edgar Heinrich e Ola Stenegard.

La Concept Lac Rose è un incredibile esempio di come la personalizzazione possa trasformare una moto ordinaria. Pur non essendo stata pensata come moto da gara, la Concept Lac Rose, il cui nome si ispira al mitico Lago Rosa, a quel tempo traguardo della Parigi-Dakar, potrebbe tranquillamente affrontare una gara amatoriale. "Questa moto è divertimento puro, genuino. Non ci sono limiti, proprio come al Wheels and Waves", afferma Edgar Heinrich.

+ Leggi di più
«
Questa moto è divertimento puro, genuino. Non ci sono limiti, proprio come al Wheels and Waves.
»

Edgar Heinrich

La Copita sul Punks Peak

Ormai è diventato parte integrante dell'evento: la mitica "Punks Peak", una gara di arrampicata sul monte Jaizkibel. Sui Pirenei, lungo strade remote e tortuose, i motociclisti si sfidano in sella alle proprie moto customizzate. Il tempo è bello, ma appena la gara ha inizio, ecco la pioggia. Le nuvole sono basse sulle montagne, l'aria è fredda. Gli irriducibili partecipanti si radunano sul monte Jaizkibel: sembrano quasi sprezzanti, immersi nella nebbia e circondati da un'atmosfera mistica. Purtroppo è inutile, la gara deve essere annullata. In sella alle loro 50 cc, i partecipanti che si contendono "La Copita" (la piccola coppa) si preparano comunque lungo la linea di partenza. Che lo spettacolo abbia inizio, a voi i veri talenti! Anche in questo caso è evidente: è tutto permesso. Basta che sia divertente. E veloce.

+ Leggi di più

I cavalli in pista sono moltissimi.

I cavalli in pista sono moltissimi.

Sale la temperatura nella prima gara flat track di sempre al Wheels and Waves. Un gruppo di sfidanti internazionali si è radunato sulla famosa pista di San Sebastian, l'Ascot del Paesi Baschi, per riempire di nuvole di fumo bianco una splendida giornata di sole. Il quattro volte campione del mondo di dirt-track Karl Maier, dealer di BMW Motorrad a Neufinsing, è tornato per farci sognare. Dopo ben 20 anni lontano dalle gare, la leggenda è scesa di nuovo in pista per affrontare i giovani sfidanti sulla R nineT Scrambler da lui customizzata. Si è piloti per sempre. Maier ha dato il massimo, ma è stato sconfitto sul traguardo dai suoi agguerriti concorrenti. "È stata una sensazione incredibile ", ha dichiarato, conquistato dalla gara. "Ma questi ragazzi sono fortissimi, e io non ho più 38 anni. Diciamo solo che è passato un po' di tempo dalla mia ultima gara".

+ Leggi di più
Altre storie che potrebbero interessarti.
Moto adatte.